giovedì 1 marzo 2012

Il tuo "5 MAGGIO 2002" per il libro di STEFANO DISCRETI

4 commenti
In occasione del decennale del 5 Maggio 2002, STEFANO DISCRETI uscirà con un nuovo libro che celebrerà la vittoria dello scudetto n.26 juventino, uno dei più belli ed emozionanti di tutta la storia bianconera.

Invia il tuo contributo commentando questo post di seguito.
Tutti i commenti verranno pubblicati (esclusi quelli con offese e parolacce)
Le migliori testimonianze ricevute verranno premiate direttamente dalla CASA EDITRICE con un libro omaggio. 

4 commenti:

  • 6 marzo 2012 23:00
    Anonimo :

    ki si dimentica d quella giornata stappammo lo scampagne fuori nel cortile faecendoci il bagno giornata indimenticabile

  • 7 marzo 2012 11:49
    Anonimo :

    Perugia. Avevo lasciato la mia amata Sicilia per motivi di studio e mi ero trasferito lì ormai da 2 anni, in pratica 4 mesi dopo la beffa di Calori, Collina e quella maledetta partita. Alle ore 12,05 del 5/5/2002 ricevo un sms da un mio carissimo amico interista. Recita testualmente: "Sono appena entrato gratis all'Olimpico..è il giorno più bello della mia vita!". Come potrete ben immaginare ho ancora l'sms in memoria. Il covo preferito da noi terroni per vedere le partite in terra perugina è il noto Bar dei Crotonesi (non ricordo il vero nome..e forse non lo sa nessuno), situato in una delle vie del centro storico. In occasione dei due match di cartello, i proprietari decidono di riservare agli interisti la sala a piano terra e a noi la sala nel sotterraneo. Cominciano le partite, e come è noto noi archiviamo subito la pratica Udine con Trezegol. Dopo poco, al gol di Vieri, il boato nella stanza sopra di noi spegne ogni speranza e quasi ci schiaccia in quel buio stanzone affossato. Capirai, con "l'Olimpico nerazzurro" come disse Cucchi alla radio prima della partita, figurati se i laziali si sognano di pareggiare! Poi la doppia mattata di Poborsky..Simeone che segna e non esulta...un emissario neutrale che ci viene a riportare le notizie (e le birre su ordinazione)..e noi che esplodiamo di gioia e continuiamo a bere, certi che la sbronza ci avrebbe aiutato in ogni caso. Al gol di Inzaghi mi prende un crampo allo stomaco che mi accompagna per i 20 minuti successivi...mi guardo attorno e vedo gente che ormai ha già finito unghie, polpastrelli e adesso punta a mangiarsi anche i gomiti. Un mio amico esce..."Ci vediamo fuori..non posso più stare qui"…era bianco cadavere!
    Finisce tutto, e tutti sapete come. Ricordo solo che, riemersi dal sottosuolo e sventata la rissa con i 50 Ronaldi piangenti che lasciavano il bar, recupero il mio amico e ci dirigiamo nella vicina Piazza IV Novembre, la piazza principale. A quel punto, mi trasformo in capo ultrà..(mi dovreste vedere..non c’ho proprio il “physique du rôle”!). Compro lo Champagne da Celentano (..chi conosce Perugia sa di chi parlo..), sguazzo e stappo a mò di Gran Premio! A un certo punto mi vedo circondato da un casino di sciarpe bianconere..bandiere..gente che mi abbraccia e mi fa la doccia col mio stesso Champagne…mi sentivo allo stadio! Ormai perfettamente entrato nel mio ruolo di leader (Ormai perfettamente ubriaco!), comincio a cantare “Juventino sulle scale..juventino sulle scaleee..”…in 30 secondi le famose scalinate della cattedrale diventano una curva che, al grido di “Interista non t’incazzare…devi fare il preliminare..”, renderà omaggio per tutta la serata ad uno dei più bei momenti della storia di Nostra Signora!
    P.s.: Vi ricordate del mio amico interista dell’sms? Sto ancora aspettando di rivederlo per farmi raccontare il giorno più bello della sua vita!
    Sempre Forza Juve!
    Giovanni Z.

  • 7 marzo 2012 17:11
    Anonimo :

    Già la settimana che precedeva la partita, io e mia mamma (tifosissima),parlavamo di una eventuale vittoria dello scudetto da parte della juve, mia mamma era scettica, in quanto l’inter non poteva non vincere lo scudetto..era da pazzi….io invece avevo una bella sensazione….la domenica mattina preparai le mie vhs..per registrare la partita…pranzo veloce..la tv accesa su stream per vedere la juve…e radio con le cuffiette per seguire tutto il calcio minuto x minuto.
    Da premettere che nel mio palazzo ci sono dei parenti…e padre e figlio sono interisti…la mattina volevano fare una torta per festeggiare lo scudetto…mio padre gli consigliò di aspettare la fine della partita…ahaahhahhaha.
    Inizia la partita ed iniziano le emozioni forti …la juve subito in gol …e la favola inizia..il finale lo abbiamo tutti stampato nel cuore….in conclusione la torta la comprammo noi…ed i miei parenti…x un po’ non si videro.
    Per un mese mettemmo sul balcone un bandierone della juve…essendo e vivendo a Napoli…è stata una goduria pazzesca. Speriamo di rivivere presto queste emozioni.
    MONICA E DORA FERRARA DA NAPOLI

  • 16 marzo 2012 17:39
    Anonimo :

    Ricordo che quel giorno avevo la cresima di mia cugina...e prima della messa ero elettrizzato...durante il pranzo ero nervoso...gli aggiornamenti della partita me li dava un signore anche lui juventino che ascoltava la radio. Eravamo in piedi davanti la tv e quando segnava la Lazio ero ovviamente felice...quando stava sul 3 a 2 ricordo che ad un certo punto il signore mi da una pacca sulla spalla e sorridendo mi fa "4 a 2 per la Lazio!", potete immaginare la mia felicità! Andanto via dal ristorante, in direzione del bar di mio zio, con i miei familiari ogni macchina di juventini che si incrociava si esultava insieme (e ci si strombazzava a vicenda mi pare) . Arrivati al bar ricordo che c'era la tv sintonizzata su "Quelli che il calcio..." con Simona Ventura e con la scritta "JUVENTISEI" in basso...c'erano juventini euforici e la festa non finiva lì perchè il meglio sarebbe venuto andando nella piazza della mia città! Andato in piazza addobbato di cose bianconere, tra cui una zebra peluche che fungeva da copri-testa, si fa festa si cantano cori si gioisce!!! Quanto mi sono divertito in mezzo agli altri tifosi gobbi!

    Daniele Picchio da Macerata

Posta un commento

Le più lette