lunedì 4 ottobre 2010

Moggi: "Metti Collina l'ha detto Facchetti, Inter adesso restituisci lo scudetto! Baldini come Auricchio sanno dire solo "non ricordo".."

2 commenti
L’ex direttore generale della Juventus Luciano Moggi, nel corso della trasmissione televisiva condotta da Marco Baldini Ieri, Moggi e domani” in onda su GOLD TV (canale 856 Sky) ed impreziosita dalla presenza fissa in studio del popolare comico Pippo Franco, ha commentato  la sesta giornata di campionato con dichiarazioni che faranno discutere.
CALCIOPOLI – BALDINI COME AURICCHIO. INTER, ONESTA’ FINITA,  RESTITUISCI LO SCUDETTO
“Nell’udienza di venerdì a Napoli è stata ristabilita la verità. Baldini ha fatto l’ennesima brutta figura dimostrando che fa bene solo quando sta zitto. Come anche per Auricchio, il suo interrogatorio è stato tutto un “non ricordo” e alla fine ha anche chiesto scusa pubblicamente per essersi sbagliato. Ma noi per i suoi sbagli stiamo facendo un processo penale basato sul nulla. E’ stato stabilito infine dal perito con certezza che la frase “Metti Collina” l’ha detta Facchetti. Per noi non cambia niente, ma è definitivamente  finita questa nomina di onestà dell’Inter che adesso deve fare solo una cosa: restituire lo scudetto di cartone”
INTER – Manca la voglia di vincere dello scorso anno
La difficile partita con la Juventus ha confermato che quest’anno l’Inter farà molta fatica a riconfermarsi in Italia. Forse gli manca la voglia di vittoria che aveva lo scorso anno. “
MILAN – Allenatore giovane e squadra motivata: se Ibra sta bene sono i miei favoriti per lo scudetto
“Dopo l’acquisto di Ibrahimovic la squadra ha fatto un salto di qualità notevole. Allegri è un allenatore giovane e ambizioso. L’ambiente è motivato anche dai tanti anni che non vince lo scudetto. Se il fenomeno svedese si confermerà a grandi livelli per tutta la stagione il Milan è la mia la favorita per vincere lo scudetto!”
ROMA – Ranieri in bilico. La squadra si è smarrita, manca la società alle spalle
“La squadra giallorossa si è smarrita. E’ evidente che l’assenza di una proprietà operativa alle spalle sta influendo sul campionato in negativo. Le dichiarazioni poco serene di giocatori ed allenatore confermano che l’ambiente è in fase di confusione. Ranieri è in bilico”
JUVE – Brava Juve che mi hai ascoltato
“In settimana avevo consigliato alla Juve di mettercela tutta in campo per colmare il GAP qualitativo con l’Inter. I giocatori bianconeri mi hanno ascoltato. D’altronde solo così questa squadra può competere per le prime posizioni, lotta per lo scudetto esclusa”
NAPOLI – Grazie alla Roma, finalmente in casa come in trasferta
“Grazie alla capacità di agire in contropiede di Cavani, Lavezzi ed Hamsik il Napoli in questa prima parte di stagione aveva sempre giocato meglio in trasferta piuttosto che in casa. Nella sfida contro la Roma invece deve ringraziare i giallorossi che con disattenzioni difensive gli hanno concesso la possibilità di vincere in contropiede anche tra le mura amiche”
LAZIO – In gara secca può battere chiunque. Lotterà per un posto in Champions
“Lazio squadra rivelazione? Non certo per me. Ho sempre considerato la squadra biancoceleste un ottimo team e la vittoria contro il Brescia con la conferma del primo posto in classifica ha certificato il tutto. Chiunque vorrà un posto per la prossima  Champions League dovrà fare i conti con la squadra di Lotito, che in gara secca non è inferiore a nessuno!“
PALERMO – Squadra in ripresa anche se si specchia troppo. Mihajlovic è in grande confusione
Dopo una partenza sofferta il Palermo si sta riprendendo sfruttando l’enorme potenziale tecnico a disposizione. Il guaio per loro è che la squadra di Delio Rossi tende troppo a specchiarsi ed esser poco concreta. Contro la Fiorentina avrebbe potuto vincere anche più largamente anche perché Mihajlovic è in grandissima difficoltà e non basta l’assenza di Jovetic a giustificare la partenza deludentissima della squadra viola. Il tecnico serbo non era ancora pronto per una piazza così esigente” 

2 commenti:

Posta un commento

Le più lette